Anoressia tra i banchi di scuola: come aiutare a vincere l'ossessione del cibo


CHI E' LAURA DALLA RAGIONE 

Psichiatra e Psicoterapeuta, ha fondato e dirige la Rete per i Disturbi del Comportamento Alimentare della USL 1 dell’Umbria. Docente al Campus Biomedico di Roma, come titolare del Corso sui Disturbi del Comportamento Alimentare. Presidente della Società Scientifica per la riabilitazione nei DCA SIRIDAP. Direttore del Numero Verde Nazionale SOS Disturbi Alimentari della Presidenza del Consiglio e dell’Istituto Superiore di Sanità.


Con Laura Dalla Ragione parleremo di: 

  • dati
  • solo femmine o anche maschi?
  • disturbi alimentari al tempo del coronavirus
  • come si vince la battaglia contro anoressia e bulimia?

 webinar gratuito

Venerdì 8 Maggio ore 17.30

Valutazione a distanza: strumenti e metodi

Idee e tecniche per far fronte all’atipicità


Valutare a distanza è molto differente dal valutare in aula. L’autenticità delle prestazioni non è più garantita a causa di molteplici aspetti e cause e la situazione, decisamente atipica rispetto alle modalità di verifica usualmente applicate nella didattica in presenza.

E’ necessario cambiare paradigma e puntare sull’aspetto formativo della valutazione, che va analizzata da diversi punti di vista: partecipativa, sociale, interattiva, cognitiva, metacognitiva.

Molti Collegi hanno messo a punto modalità, criteri e griglie di valutazione più adatte alla situazione. 

Flavia Giannoli sarà in diretta sui canali di WikiScuola venerdì 8 maggio alle ore 17.30 con un webinar gratuito, 


Durante il Webinar verranno esaminati i diversi aspetti del problema e mostrati alcuni strumenti utili per la valutazione a distanza.


Vi aspetto!



I partecipanti potranno scaricare un attestato di partecipazione ed avranno diritto ad uno sconto del 10% sui corsi di Flavia Giannoli, in particolare il nuovissimo: 

Didattica A Distanza: ambienti, strumenti, interazione, valutazione

Il corso-non-corso, un punto di riferimento in continua evoluzione per sostenere gli insegnanti nell’organizzare al meglio il contatto e l’interazione con gli allievi in modo efficace. Una guida agile e sintetica per fornire un supporto esperto ed aiutare gli insegnanti a scegliere le risorse più idonee per raggiungere gli obiettivi educativi. Tutti gli argomenti sono introdotti da video esplicativi e sono forniti i tutorial di tutti gli strumenti presentati. Il corso è corredato dall’offerta di ulteriori webinar in diretta su temi caldi e concordati tra gli iscritti.




Flavia Giannoli E’ esperta di processi formativi e valutazione degli apprendimenti, ama l’innovazione metodologica ed utilizza nella propria didattica le tecnologie digitali e l’e-learning a supporto dell’apprendimento collaborativo e costruttivista, proponendo progetti legati al Design Thinking dei processi di apprendimento per lo sviluppo delle competenze. Insegna Matematica e Fisica al Liceo Scientifico A.Volta di Milano. E’ produttore di contenuti e formatore professionista secondo la legge 4/2013. Si occupa della formazione dei Docenti, Docenti neoassunti, Dirigenti, Animatori Digitali e Team dell’Innovazione per il Piano Nazionale Scuola Digitale (PNSD), per il Piano di Formazione Triennale (PFT) negli Ambiti Territoriali e per diversi enti formativi accreditati, come Wikiscuola con cui collabora da anni.


Venerdì 10 aprile 2020 ore 15


Padre Francesco Occhetta riflette con Angela Iantosca 

La fine di un mondo: la scuola e la sfida del corona virus


Francesco Occhetta, Padre gesuita dal 1996, giornalista e membro del collegio degli scrittori de La Civiltà Cattolica.

Il suo ultimo libro 

"Le politiche del popolo. Volti, competenze e metodo"

con prefazione del Presidente del Parlamento europeo, David Sassoli,

San Paolo Edizioni 2020

Giovedì 23 aprile 2020 ore 17

ENRICO GALIANO: LA DIDATTICA A DISTANZA RIMANENDO FUORICLASSE

È stato riconosciuto come uno dei 100 migliori insegnanti d’Italia, forse per quel motto che è il suo segreto “non ti ascoltano, se tu per primo non li ascolti”. Da contratto insegna lettere in una scuola media friulana, ma quello che fa Enrico Galiano ogni giorno è andare oltre i libri, per stimolare l’immaginazione, la coscienza, il pensiero critico dei suoi piccoli ragazzi. E allora, per far capire loro cosa significa morire in mare, si presenta in classe dicendo ai suoi alunni di scrivere su un foglio le persone che amano, di farci una barchetta e metterla in un secchio pieno d’acqua. O inventa una web-serie #cosedaprof. per raccontare la vita in una classe, ma soprattutto gli insegna ogni giorno come vivere bene in comunità, come diventare buoni cittadini, come costruire insieme una polis forte, bella, sicura, luminosa e illuminata. Anche oggi, a distanza di un metro.


Enrico Galiano è nato a Pordenone nel 1977. 

Insegnante per vocazione, ha creato la webserie Cose da prof, che ha superato i venti milioni di visualizzazioni su Facebook. 

Nel 2015 è stato inserito nella lista dei 100 migliori insegnanti d’Italia dal sito Masterprof.it. 

Il suo primo romanzo, "Eppure cadiamo felici" (Garzanti), ha vinto il premio internazionale Cultura Mediterranea e il premio internazionale Città di Como come migliore opera prima, ed è stato tradotto in vari Paesi europei.

Ha pubblicato inoltre "Tutta la vita che vuoi" (2018) e "Più forte di ogni addio" (2019), "Basta un attimo per tornare bambini" 

tutti editi da Garzanti.

Da qualche giorno è uno degli insegnanti del programma "LA BANDA DEI FUORICLASSE" in onda la mattina su RaiGulp dove insegna storia e italiano per gli studenti delle primarie e delle medie (anche su Raiplay).


LUNEDI' 20 aprile 2020 ore 17

Angela Iantosca intervista Federica Angeli, autrice de "Il gioco di Lollo" (Baldini+Castoldi)


TEMI CHE AFFRONTEREMO

  • La scuola ai tempi del Covid
  • Come sta vivendo questo momento con i tre figli a casa
  • Come procedono le lezioni a distanza
  • Quanto l'educazione scolastica è fondamentale per combattere le mafie
  • Focus sul libro
  • Domanda sulla sua vita sotto scorta e sul lavoro di giornalista che va avanti anche in questo periodo


Federica Angeli, cronista di nera e giudiziaria, scrive per La Repubblica dal 1998, dove è redattrice dal 2005. Dal 2013 vive sotto scorta dopo le minacce mafiose ricevute mentre svolgeva un'inchiesta sulla criminalità organizzata ad Ostia. Tra i premi vinti il Premio Passetti - cronista dell'anno (2012 e 2013), il premio Donna dell'Anno (2015), il Premio Mattarella (2016) e il premio Nazionale Borsellino (2017). Per l'impegno nella lotta alle mafie, il Presidente Mattarella nel 2016 l'ha nominata Ufficiale della Repubblica Italiana al Merito. 

Ha pubblicato con Emilio Radice "Cocaparty" e "Rose al veleno, stalking". E' coautrice di "Io non taccio" e autrice de "Il mondo di sotto. Cronache della Roma criminale".

Con Baldini+Castoldi ha pubblicato "A mano disarmata" che ha vinto numerosi premi tra cui il Capalbio, il Mattarella e il Premio Estense, il Premio Siani e il Premio Orsello. Da questo libro è stato tratto il film omonimo con protagonista Claudia Gerini.

A novembre 2019 ha pubblicato "Il gioco di Lollo" (Baldini+Castoldi)


In questi giorni in cui sembra che la nostra vita di sempre sia stata messa in pausa, e non possiamo abbracciare gli amici, viaggiare, andare in biblioteca o in ufficio o a scuola, e neppure andare al parco, e mentre fuori arriva la primavera, ci tocca dare un peso nuovo a gesti fino a ieri insignificanti. L'ansia e l'isolamento purtroppo possono giocare brutti scherzi. Ma sono anche giorni in cui abbiamo a disposizione un tempo nuovo, un tempo non intaccato dal tran tran quotidiano degli spostamenti e della vita sociale. E'uno strumento antico, che può essere davvero prezioso per rivelare a noi stessi, per cercare un nuovo baricentro, per concederci di sognare e di evadere da questa bizzarra vita reclusa: la scrittura. 

Tenere un diario di bordo, in queste giornate che un giorno, forse, guardando indietro, potranno sembrarci quasi irreali, può essere una risorsa preziosa, una risposta intelligente al cambiamento improvviso di abitudini che, per quanto temporaneo, ci sa destabilizzare. Ho pensato quindi di offrirvi un breve webinar in cui vi parlerò del potere terapeutico delle parole, di quanto raccontarsi sia un modo di prendersi cura di sé stessi. Leggeremo insieme pagine di diario di scrittori famosi, e rifletteremo su come possiamo costruirci, ognuno, un bel diario di bordo che ci accompagni anche in questa strana bonaccia. 

Vi aspetto giovedì 19 marzo alle 17!

Ilaria Gaspari


Ilaria Gaspari sarà in diretta sui canali di WikiScuola, giovedì 19 marzo alle 17 con un webinar gratuito, in cui docenti e appassionati di scrittura potranno interagire con la scrittrice riflettendo insieme sull'uso terapeutico della scrittura e delle parole.

Ecco i temi di approfondimento:

  • senso e significato del raccontarsi in un diario;
  • riflessione sul potere terapeutico della scrittura;
  • lettura e analisi di brani di diari di grandi scrittori.

Alla fine del webinar, i partecipanti potranno scaricare un attestato di partecipazione ed avranno diritto ad uno sconto del 20% sui corsi di Ilaria Gaspari incollando il codice SCRIVI2020 nello spazio "sei in possesso di un coupon o di un codice sconto"



Giovedì 9 aprile 2020 ore 17

Didattica della scrittura creativa

La scrittura creativa non è una materia scolastica. Eppure saprebbe potenziare le competenze linguistiche degli studenti. Stimolare l’attività di scrittura attraverso un percorso di creatività può motivare a raggiungere obiettivi importanti come saper argomentare meglio il proprio pensiero, scrivere un saggio o un articolo di giornale con maggiore cura, trovare le parole più adatte non solo per spiegarsi meglio ma soprattutto per farsi capire. 

In questo webinar parleremo di come si può ritagliare un piccolo spazio da dedicare a inventare storie, trovare le parole, sognare. 

Vi aspetto!

Sara 


I partecipanti potranno scaricare un attestato di partecipazione ed avranno diritto ad uno sconto del 20% sui corsi di Sara Rattaro incollando al momento dell'acquisto, il codice SCRIVI2020 nello spazio "sei in possesso di un coupon o di un codice sconto".

E' stato pubblicato a gennaio 2020 il nuovo saggio-inchiesta della nostra Angela Iantosca che per WikiScuola ha realizzato un corso sulle tossicodipendenze: "INdipendenze: percorso d prevenzione tossicodipendenze a scuola".

Il saggio, "In Trincea per Amore - Storie di famiglie nell'inferno delle droghe" (Paoline), si incentra sul dramma della droga vissuto dalle famiglie che hanno al loro interno un familiare che si sta facendo risucchiare dal vortice creato dalle sostanze. 

Nessuno sino ad ora si era occupato dei familiari. Ma Angela Iantosca, dopo essersi occupata per anni di ragazzi tossicodipendenti e di ragazzi in percorso in alcune comunità, principalmente di San Patrignano, ha compreso quanto fosse importante parlare delle famiglie. 

Perché è in famiglia che è necessario trovare alcune delle motivazioni che portano alla tossicodipendenza, è lì che bisogna trovare alcune delle responsabilità sulle quali lavorare per poter sanare ferite profonde. 

Nel libro una decina di storie di mamme, padri, fratelli e sorelle che hanno dovuto gestire situazioni impossibili, provando un dolore, una paura, una sofferenza enormi dalle quali è difficile guarire.

Nel testo non mancano anche i dati, le parole degli esperti, degli psicoterapeuti, di chi da anni ha a che fare con questo mondo. E soprattutto delle associazioni di genitori. Ce ne sono decine in Italia: una rete di persone che mette a disposizione la propria esperienza per far capre a chi ci è finito ora che non si è soli, che si può chiedere aiuto e che esiste una rete Forte capace di tendere una mano, di dare gli strumenti giusti per uscire da questo dramma, per far tornare tutti a vivere davvero.

Angela Iantosca sarà in diretta su WikiScuola, intervistata da Romano Cappelletto, responsabile dell'Ufficio stampa Edizioni Paoline, venerdì 20 marzo alle 15 con un webinar in cui in cui presenterà il suo libro" In trincea per amore". 

I partecipanti potranno scaricare l'attestato di partecipazione che sarà disponibile il giorno successivo al webinar.




Lunedì 6 aprile 2020 ore 17 


Didattica e gestione a distanza con Microsoft Teams: Il punto di vista del dirigente scolastico. 


Argomenti trattati:

Come usare Microsoft Teams per:

  • tenere lezioni in diretta;
  • registrare lezioni; 
  • organizzare riunioni di classe ,di dipartimento, di collegio
  • varie


Giorgio Ragusa

Ex docente di matematica e fisica e docente a contratto all'università, attuale Rettore dell'Educandato Emanuela Setti-Carraro di Milano e presidente dell'Associazione Nazionale Istitutioni Educatve Stattali (ANIES)


Mercoledì 8 aprile 2020 alle 17

Perché insegnare a pensare?

La filosofia come strumento per un apprendimento consapevole 

Perchè si dovrebbe insegnare a pensare? Come si può insegnare a pensare? È sicuramente arrivato il momento di ripensare la didattica, ripensare il modo di fare didattica e il ruolo delle discipline all’interno della scuola. La metodologia didattica si è confrontata, in questo momento, con la necessità  di educare alla flessibilità a alla trasversalità. Ma come fare, in futuro, a portare i bambini e i ragazzi a questa capacità che crea, e fonda, quello che sarà il pensiero critico?

Appoggiandosi, a nostro avviso, a ciò che crea il movimento di pensiero: la filosofia. Filosofia intesa non come storia o allenamento dialettico ma come strumento per un apprendimento consapevole, un percorso che nasce dall’abitudine a cercare la domanda che crea la conoscenza. È possibile, e anche divertente, cambiare il proprio modo di insegnare! 

Vi Aspettiamo!

Valeria Angelini e Matteo Bianchini


Valeria Angelini e Matteo Bianchini

Valeria e Matteo sono insegnanti di scuola primaria laureati rispettivamente in filosofia e storia. 

Insieme hanno ideato la pratica metodologica del pensare filosofico attraverso la didattica per domande.

Matteo ha insegnato come docente a contratto all’Università di Firenze dove è anche stato tutor universitario. Si occupa da diversi anni di educazione affettiva e relazionale e di mediazione dei conflitti in quanto mediatore familiare. 

Valeria è stata per alcuni anni assegnista di  ricerca all’Università di Firenze. Si occupa da diversi anni di formazione nel campo dell’educazione del gesto grafico, si interessa di neuroscienze applicate all’apprendimento.


"Buongiorno a tutti, in questi giorni difficili ho pensato di creare un webinar per parlarvi un po' di scrittura creativa, la mia grande passione ma anche il mio lavoro. Scrivere una storia è la stessa cosa. È un modo per far rivivere al lettore le stesse emozioni che ho provato in un luogo, vero o immaginario non importa. Quello che conta è che sia talmente vivo nella nostra mente da poterlo offrire al nostro lettore. 

Il miglior modo per operare questa magia è raccontarlo o meglio scriverlo. Quando si narra una storia, è inevitabile operare delle scelte: ci si sofferma su alcuni aspetti della vicenda e se ne trascurano altri; si descrivono in modo approfondito alcuni personaggi e ci si limita a tratteggiarne altri; ci si dilunga su dettagli e si sorvola su aspetti apparentemente non importanti. 

Ognuno di noi ha una storia da raccontare. Lo facciamo ogni giorno.

Ma raccontare una buona storia è diverso perché significa svelare l’intima essenza dell’animo umano utilizzando parole che interagiscano con l’immaginazione dei lettori catturati nella “realtà” della storia."

Vi aspetto numerosi!

Sara Rattaro

-------- 

Sara Rattaro sarà in diretta sui canali di WikiScuola, martedì 17 marzo,  alle 18 con un webinar gratuito, in cui docenti e appassionati di scrittura creativa potranno interagire con la scrittrice sui seguenti temi:

  •  introduzione alla scrittura creativa;
  •  come raccontare la storia;
  • lo storytelling;
  • il concetto di anticipazione e gestione della trama;
  • esempi pratici sulla sceneggiatura di alcuni film.

I partecipanti potranno scaricare un attestato di partecipazione ed avranno diritto ad uno sconto del 20% sui corsi di Sara Rattaro incollando al momento dell'acquisto, il codice SCRIVI2020 nello spazio "sei in possesso di un coupon o di un codice sconto".

 

Sabato 4 aprile 2020 ore 17

Hikikomori è un termine giapponese che significa “stare in disparte”. Viene utilizzato per definire il ritiro sociale.  Spesso il disagio hikikomori viene confuso con dipendenza da internet, disturbi mentali, depressione o altro ancora.

A ritirarsi sono ragazzi dai 15 ai 29 anni. L’eccessiva pressione sociale è la causa principale del disagio. Gli hikikomori sono ragazzi intelligenti con buona carriera scolastica. Spesso sono impegnati in attività sportive, anche agonistiche. Mediamente, provengono da famiglie di genitori laureati che dai figli si aspettano successi scolastici e professionali.

I ritirati hanno un’estrema sensibilità, ideali etici, interessi differenti dalla massa dei coetanei. Ciò può renderli oggetto di episodi di bullismo che accentuano la  pulsione al ritiro, in cerca di sollievo. Vivono la propria situazione con sofferenza e senso di colpa. Nonostante questa consapevolezza, il timore di fallire li blocca e impedisce loro di uscire dalla auto reclusione.


Laura Calosso, scrittrice, giornalista e traduttrice, laureata in Scienze Politiche e in Lettere, Culture Moderne Comparate, Letteratura Tedesca. Ha lavorato come giornalista e addetta stampa. La carriera di scrittrice di romanzi è iniziata con una menzione di merito al Premio Calvino, edizione 2008/2009. Collabora con trasmissioni televisive d’inchiesta.



Il nostro paese non si ferma, nemmeno davanti al Coronavirus. In questo momento di grande difficoltà non solo per la nostra amata Italia, ma per il mondo intero, abbiamo pensato di incontrarvi in un webinar per mettere da parte per un attimo incertezze e paure. Parleremo del kit di Scottie go e del corso di formazione proposto da Wikiscuola. Recuperiamo la dimensione educativa del gioco. Scottie ci fa giocare per imparare. Con Scottie il gioco diventa formazione per l’avvio al pensiero computazionale. Parleremo di apprendimento emozionale, di CLIL, di coding e molto altro, dalla scuola dell’Infanzia alla primaria e alla secondaria di primo grado.

Vi aspettiamo numerosi

Simonetta e Monica

Venerdì 3 aprile 2020 ore 17


A scuola di creatività: simulatori e smartphone per le Scienze e la didattica a distanza

Nel Webinar verranno mostrati esempi di attività scientifiche con i sensori di uno smartphone e con simulatori di Scienze gratuiti in rete. Rivolto a docenti della secondaria di I e II grado

Vi aspetto!

Alfonso D'Ambrosio


Alfonso D'Ambrosio 

Laureato in Fisica, è attualmente Dirigente Scolastico dell’IC Lozzo Atestino (PD).

E’ stato docente di matematica e fisica alla scuola secondaria di II grado, ed è formatore per docenti in ambito PON PNSD e per USR Veneto. Formatore certificato ArduinoCTC ed esperto di robotica educativa, di coding, mondi virtuali, making lab e videogiochi educativi.

E’ socio di AICQ, Associazione Italiana Cultura Qualità e utilizza gli strumenti della qualità all’interno della scuola che dirige.

Nominato Miglior Docente Innovatore Italiano nel 2015 nel Global Junior Challenge, nel 2016 è speaker al TEDx-Padova enello stesso anno riceve il premio “Bastai Prat” come migliore ricerca Didattica Italiana In Fisica. Autore di oltre mille pubblicazioni online, di 3 libri tematici e di più di 20 pubblicazioni su riviste specializzate. Negli ultimi anni si occupa di formare i docenti dell’Infanzia e Primaria su temi di Innovazione didattica e di Didattica delle Scienze utilizzando il Tinkering, il coding e la robotica educativa.

Alfonso D'Ambrosio è formatore WikiScuola nei seguenti corsi: 

-Tinkering: a scuola di creatività

-Tinkering 2

-Simulatori per le scienze

-Smartphone in classe

-Didattica Steam: Arduino

-Didattica Steam: microbit

-La robotica a scuola

-Corso Base Didattica Arduino



Come si scrive un libro per ragazzi? Se cambia il pubblico, allora cambiano anche le regole? Quali sono le storie giuste che catturano la loro
attenzione?

Scrivere per ragazzi e scrivere per adulti sono due mestieri diversi e non è vero che raccontare storie per i più giovani sia più facile. Anzi. I
giovani sono, forse, il pubblico più esigente in assoluto perché tenere d’occhio i loro interessi non è sempre semplice e sforzarsi di tornare un po’ fanciulli spesso è un’impresa.

In questo webinar ne parleremo insieme e vi svelerò qualche piccolo trucco e qualche ferro del mestiere per affrontare il magico mondo della narrativa per ragazzi.


Giovedì 2 aprile 2020 ore 17

Makey Makey: cos’è e come funziona

Uno degli strumenti digitali più diffusi che favorisce una didattica fondata sul Tinkering è Makey Makey, una scheda che consente di costruire design con i quali interagire.


Uno dei punti di forza dell’utilizzo di Makey Makey nella didattica e che risulta contemporaneamente istruttiva e divertente, è la possibilità di utilizzo di oggetti quotidiani noti nelle loro funzioni abituali ma che nel nostro progetto assumono nuovi ruoli e significati.


È possibile ad esempio suonare il pianoforte usando la frutta o giocare ad un videogioco toccando il braccio del proprio compagno, senza necessariamente avere competenze di programmazione informatica!


----------------

Carlo & Giovanna



Giovanna Giannone Rendo

Docente formatore sulle competenze didattiche digitali. Dal 2007 insegnante di Tecnologia a tempo indeterminato presso la scuola secondaria di primo grado “Virgilio” di Paternò (CT), attualmente componente dell’équipe formativa territoriale della regione Sicilia. Appassionata di metodologie innovative, ultimamente si occupa di Realtà virtuale e aumentata, coding e robotica educativa nella didattica del fare. Mentor del CoderDojo Etneo dal 2016, webmaster di https://apprenderedigitando.wordpress.com/. Ha tenuto in qualità di relatore diversi seminari e workshop su tematiche del PNSD e sul pensiero computazionale. Referente regionale dell'iniziativa Europe Code Week dal 2017. Makey Makey Ambassador dal 2018. Sempre pronta a mettersi in gioco ed a imparare.

Link al sito web: https://apprenderedigitando.wordpress.com/


Carlo Francesco Puglisi è un consulente informatico, esperto di tecnologia, didattica innovativa e programmazione. Appena diplomato entra a far parte del team di sviluppo di una software house a livello nazionale dove matura l'esperienza nei gestionali per piccole e medie imprese. Il successivo passaggio ad una grande azienda della grande distribuzione siciliana gli permette di acquisire competenze di marketing e data analisys.

La sua passione per la didattica digitale lo porta a promuovere il CoderDojo Etneo, di cui è Champion dal 2014, coordinando il lavoro di 45 esperti volontari che con passione diffondono il pensiero computazionale a bambini dai 5 anni in su con laboratori gratuiti secondo le linee guida della CoderDojo Foundation. Diventa Referente Regionale della Europe Code Week nel 2015 ed organizza eventi e occasioni di confronto con i docenti per diffondere l'iniziativa. Vice-presidente ed Educatore Digitale in APS Palestra Per la Mente si occupa della formazione a Docenti, Professionisti ed Educatori nell'ambito del Coding e della Robotica. Formatore AICA dal 2017. Makey Makey Ambassador dal 2018. 



In questo momento difficile di emergenza sanitaria, docenti e studenti italiani non possono fare lezione nel modo tradizionale: ci manca  
l'aula fisica; ci manca il dialogo in presenza con i ragazzi; ci manca la comunicazione interpersonale e la possibilità di svolgere lavori di  
gruppo in classe. Tutte attività che rendono la scuola un luogo unico e speciale per promuovere l'apprendimento e il senso di appartenenza a una comunità.

La didattica a distanza rappresenta in questo momento critico per il nostro Paese l'unica via al momento percorribile per mantenere la  
vicinanza con i bambini e i ragazzi e promuovere l'apprendimento anche a scuole chiuse.
Il ricorso alla tecnologia può essere per i docenti tanto una sfida quanto una nuova opportunità.

In che modi e con quali strategie  è possibile usare la tecnologia per favorire l’efficacia dei momenti formativi in remoto?
Quali strumenti digitali posso aiutarci a rendere la lezione attiva ed interattiva anche durante le sessioni di eLearning?

Nel corso del webinar Anna Laghigna, autrice dei corsi Digital English 1 e Digital English 2 di Wikiscuola, illustrerà alcuni strumenti  
digitali che possono favorire l'interazione sia in modalità sincrona ed asincrona e risponderá alle domande dei partecipanti.