SIMPATIA

Cos'è la simpatia? A volerne esaminare l'etimologia, è la facoltà di “sentire insieme” a qualcun altro. Cosa significa, questa possibilità vertiginosa di poter condividere le emozioni di un'altra persona? È uno stato di condivisione sentimentale, una sorta di allucinazione del sentire; è, anche, forse, uno dei modi in cui con più forza e più intensità abbiamo la percezione di essere davvero simili agli altri esseri umani. Di questo sentimento importantissimo percorreremo la storia, dal tempo della sua origine, nell'antica Grecia che gli ha plasmato un nome perfetto, dall'uso che ne fecero i sofisti e gli stoici proiettandola in una prospettiva cosmica, fino a Hume e Rousseau e ai nostri giorni, indagando il rapporto, complesso e sfaccettato, fra simpatia, empatia e compassione.

Vi aspetto il 31 maggio alle 18!

Ilaria



Periscopio è una rubrica settimanale, una rubrica video live pensata per provare a guardare le cose da un’altra prospettiva – proprio come si fa con un periscopio, che ci permette di guardare più in alto e più lontano di quanto i nostri occhi siano abituati a fare.


Periscopio nasce in un momento bizzarro per tutti, nella prima primavera che ci tocca guardare da lontano; in giorni in cui sembra che la nostra vita di sempre sia stata messa in pausa e le domeniche pomeriggio di maggio assumono una fisionomia nuova, probabilmente non quella che avremmo desiderato. In un momento come questo, in cui abbiamo perso l’aspetto rassicurante della routine e siamo costretti a ripensare le nostre abitudini, le nostre emozioni sono un po’ in subbuglio, amplificate anche dal molto tempo che passiamo fra le mura di casa. Sentirsi sopraffatti da quello che proviamo, in un momento in cui la vita ci costringe a un contatto assiduo con noi stessi, e quindi anche con quello che di noi ci mette in ansia, è perfettamente normale. E ci sono mille maniere per cercare di decifrare e dominare questi sentimenti nella loro nuovissima intensità. Siamo abituati a demandare questo compito alla psicologia, e a tutte le sue branche, dalla psicoterapia alla psicanalisi; ma troppo spesso ci dimentichiamo che la prima disciplina a occuparsi delle emozioni, per studiarle, ordinarle e decifrarle, è stata la filosofia. Proviamo allora, in questi primi appuntamenti con Periscopio, a leggere le emozioni che proviamo con gli strumenti della filosofia?


Ecco il calendario dei nostri appuntamenti della domenica:

  • 10 maggio - ore 16: ansia
  • 17 maggio - ore 18: nostalgia
  • 24 maggio - ore 18: rabbia
  • 31 maggio - ore 18: simpatia/ empatia


Cos’è la rabbia? Per Galeno, così come per Seneca, una manifestazione di follia. Ma Aristotele fa notare che può anche essere la giusta reazione a un torto subìto. È un vizio capitale o una manifestazione virtuosa? È necessariamente una passione triste? In questa puntata di Periscopio parleremo di teorie degli umori e dei temperamenti, di giustizia e ingiustizia; del Mosè di Michelangelo raccontato da Freud e di qualche rimedio stoico all’iracondia, suggerito da Marco Aurelio.

Vi aspetto il 24 maggio alle 18!

Ilaria


Iscrizioni e costi

Il costo è di 3,00 euro.


Pagamento nelle modalità:   

  • Carta del docente;
  • Carta di credito/PayPal;
  • Bonifico Bancario
    • BANCA POPOLARE ETICA Filiale di Roma
    • IBAN: IT40N0501803200000011713849
    • BIC: CCRTIT2T84A
    • Conto intestato a: WikiScuola SRL
    • Causale "periscopio 17 maggio".


Informazioni

Per ulteriori chiarimenti o informazioni scrivere a corsi@wikiscuola.it o telefonare al 329.643.48.67


Periscopio è una rubrica settimanale, una rubrica video live pensata per provare a guardare le cose da un’altra prospettiva – proprio come si fa con un periscopio, che ci permette di guardare più in alto e più lontano di quanto i nostri occhi siano abituati a fare.


Periscopio nasce in un momento bizzarro per tutti, nella prima primavera che ci tocca guardare da lontano; in giorni in cui sembra che la nostra vita di sempre sia stata messa in pausa e le domeniche pomeriggio di maggio assumono una fisionomia nuova, probabilmente non quella che avremmo desiderato. In un momento come questo, in cui abbiamo perso l’aspetto rassicurante della routine e siamo costretti a ripensare le nostre abitudini, le nostre emozioni sono un po’ in subbuglio, amplificate anche dal molto tempo che passiamo fra le mura di casa. Sentirsi sopraffatti da quello che proviamo, in un momento in cui la vita ci costringe a un contatto assiduo con noi stessi, e quindi anche con quello che di noi ci mette in ansia, è perfettamente normale. E ci sono mille maniere per cercare di decifrare e dominare questi sentimenti nella loro nuovissima intensità. Siamo abituati a demandare questo compito alla psicologia, e a tutte le sue branche, dalla psicoterapia alla psicanalisi; ma troppo spesso ci dimentichiamo che la prima disciplina a occuparsi delle emozioni, per studiarle, ordinarle e decifrarle, è stata la filosofia. Proviamo allora, in questi primi appuntamenti con Periscopio, a leggere le emozioni che proviamo con gli strumenti della filosofia?


Ecco il calendario dei nostri appuntamenti della domenica:

  • 10 maggio - ore 16: ansia
  • 17 maggio - ore 18: nostalgia
  • 24 maggio - ore 18: rabbia
  • 31 maggio - ore 18: simpatia/ empatia


Cos’è la nostalgia? È un sentimento che ha avuto molti nomi, e una storia ricchissima e avvincente. Per un periodo è stata considerata una patologia a tutti gli effetti; ha ispirato poeti e artisti, e continua a colpirci, a struggerci e a costringerci a fare i conti con la nostra idea di passato. Perché se è vero che il nome della nostalgia nasce dalla composizione delle due parole greche che significano ‘dolore’ e ‘ritorno’, quest’etimologia nasconde un segreto che non smette di affascinare e di farci soffrire dolcemente: il ritorno che il nostalgico desidera fino a star male, infatti, è un ritorno impossibile. Perché il passato è una terra straniera, dove vigono altre leggi rispetto a quelle che conosciamo; e perché, come ci insegna Eraclito, è impossibile bagnarsi due volte nello stesso fiume. Ci lasceremo guidare da Rousseau, Proust, Ulisse e Leopardi, in un percorso alla scoperta di questa emozione così intrinsecamente filosofica.

Vi aspetto il 17 maggio alle 18!

Ilaria


Iscrizioni e costi

Il costo è di 3,00 euro.


Pagamento nelle modalità:   

  • Carta del docente;
  • Carta di credito/PayPal;
  • Bonifico Bancario
    • BANCA POPOLARE ETICA Filiale di Roma
    • IBAN: IT40N0501803200000011713849
    • BIC: CCRTIT2T84A
    • Conto intestato a: WikiScuola SRL
    • Causale "periscopio 17 maggio".


Informazioni

Per ulteriori chiarimenti o informazioni scrivere a corsi@wikiscuola.it o telefonare al 329.643.48.67


 






Periscopio è una rubrica settimanale, una rubrica video live pensata per provare a guardare le cose da un’altra prospettiva – proprio come si fa con un periscopio, che ci permette di guardare più in alto e più lontano di quanto i nostri occhi siano abituati a fare.

Periscopio nasce in un momento bizzarro per tutti, nella prima primavera che ci tocca guardare da lontano; in giorni in cui sembra che la nostra vita di sempre sia stata messa in pausa e le domeniche pomeriggio di maggio assumono una fisionomia nuova, probabilmente non quella che avremmo desiderato. In un momento come questo, in cui abbiamo perso l’aspetto rassicurante della routine e siamo costretti a ripensare le nostre abitudini, le nostre emozioni sono un po’ in subbuglio, amplificate anche dal molto tempo che passiamo fra le mura di casa. Sentirsi sopraffatti da quello che proviamo, in un momento in cui la vita ci costringe a un contatto assiduo con noi stessi, e quindi anche con quello che di noi ci mette in ansia, è perfettamente normale. E ci sono mille maniere per cercare di decifrare e dominare questi sentimenti nella loro nuovissima intensità. Siamo abituati a demandare questo compito alla psicologia, e a tutte le sue branche, dalla psicoterapia alla psicanalisi; ma troppo spesso ci dimentichiamo che la prima disciplina a occuparsi delle emozioni, per studiarle, ordinarle e decifrarle, è stata la filosofia. Proviamo allora, in questi primi appuntamenti con Periscopio, a leggere le emozioni che proviamo con gli strumenti della filosofia?

Ecco il calendario dei nostri appuntamenti della domenica

  • 10 maggio - ore 16: ansia
  • 17 maggio - ore 18: nostalgia
  • 24 maggio - ore 18: rabbia
  • 31 maggio - ore 18: simpatia/ empatia

Domenica 10 maggio - ore 16

ANSIA

Siamo in ansia quando ci allarmiamo, quando abbiamo tutti i sintomi della paura, ma quello stato di allarme non riesce a individuare una causa ben definita, e non ha, quindi, qualcosa di concreto su cui focalizzarsi. Non trova quindi nemmeno uno sfogo – e così rimaniamo sospesi, all’erta, sul chi vive; e il senso di allarme si trasferisce, anziché su un unico oggetto, su tutto quello che ci circonda, sulle minuzie della nostra vita.

Sembra che ammettere uno stato di ansia sia una di quelle confessioni imbarazzanti, che ci rendono deboli – qualcosa di un po’ vergognoso, di socialmente inaccettabile. Ma l’ansia è una condizione che di tanto in tanto attraversiamo tutti; per qualcuno può essere una situazione accidentale, acuta, per altri più duratura, addirittura cronica. Infatti con l’ansia si può convivere; il problema però è che, molto spesso, a forza di passare molto tempo in sua compagnia, si può diventarne schiavi. Per fortuna fior di filosofi, da Epicuro a Pascal, ci possono guidare in un breve percorso per darci una mano a liberarci da questa sensazione di essere sotto ricatto. Cerchiamo, con questo webinar, un modo creativo di uscire dall’ansia: senza negarla, senza sfuggirle, ma interrogandola.

 Vi aspetto!
 Ilaria


Iscrizioni e costi

Il costo è di 3,00 euro.

Pagamento nelle modalità:   

  • Carta del docente;
  • Carta di credito/PayPal;
  • Bonifico Bancario
    BANCA POPOLARE ETICA Filiale di Roma
    IBAN: IT40N0501803200000011713849
    BIC: CCRTIT2T84A
    Conto intestato a: WikiScuola SRL
    Causale "periscopio 10 maggio".

Informazioni

Per ulteriori chiarimenti o informazioni scrivere a corsi@wikiscuola.it o telefonare al 329.643.48.67